Maria Beatrice Servi, laureata in architettura presso il Politecnico di Milano, precedentemente diplomatasi in Scenografia presso l’Accademia di Belle Arti di Brera.

Iscritta all'Ordine degli Architetti di Milano, ha studio professionale, sempre a Milano.

Insegna presso lo IED -Istituto Europeo di Design- e svolge attività di ricerca presso il Politecnico di Milano.

Nel suo lavoro si avvale della collaborazione di tecnici e artigiani per la realizzazione di spazi pubblici e privati di alta qualità estetica e funzionale, con caratteristiche di sostenibilità ambientale ed economica.

La professione si è dapprima focalizzata sul restauro e sulla valorizzazione del patrimonio esistente, in particolare con i lavori di recupero e riqualificazione del ‘Palazz’, edificio seicentesco in Campodolcino (Sondrio) e nell’ allestimento museale, con la realizzazione del Mu.Vi.S - Museo della via Spluga, e nella promozione dei beni culturali del territorio con il Parco Letterario Tomasi di Lampedusa a Palma di Montechiaro (Agrigento) e l'Ecomuseo di Valle Spluga. Ha curato l'allestimento di mostre, quali quella dedicata al Liberty in Lombardia, presso lo spazio espositivo, Palazzo Regione Lombardia.

Negli anni il lavoro si è  orientato allo sviluppo di strutture funzionali a nuovi modelli di turismo responsabile: primo premio al concorso per un Ecoparco a Subariu (Cagliari), menzione speciale per il progetto di un’Oasi Spirituale a Mar Musa (Damasco, Siria) e secondo premio al concorso per la promozione dei Parchi Regionali Lombardi in vista dell’Expo 2015. Si occupa del censimento e catalogazione di opere architettoniche e di manufatti e tradizioni proprie della cultura immateriale.

 

.

 


Statistiche