Ristrutturare un'abitazione è un lavoro delicato. Si entra in casa altrui, in una sfera privata che non ci appartiene. Nel mio lavoro è centrale il confronto: le mie prime proposte cambiano forma mano mano che emergono le vere aspettative, i gusti, i pregiudizi.

Una volta definito il progetto in tutti i suoi dettagli, solo allora inizia il cantiere, senza ripensamenti.

Voglio sempre ottimizzare gli spazi, eliminare gli sprechi, render più sicuri gli ambienti, usare buoni materiali, razionalizzare gli impianti. Suggerisco ma non impongo colori e dettagli: le case non sono vestiti.